Per Te Donna Onlus
Iniziative

martedì 30 maggio 2017

Breast Unit: “Per Te Donna Onlus” dalla Boldrini per rivendicare l’apertura dei centri di senologia.

Si è svolto nei giorni scorsi un importante incontro che ha visto la partecipazione di cento associazioni del network Europa Donna Italia, ricevute a Montecitorio dalla Presidente Boldrini, per sollecitare l’apertura delle Brest Unit, ovvero centri di senologia multidisciplinari, che affrontano in maniera complessiva la diagnosi, la cura e la riabilitazione di pazienti affette da tumore al seno. La Presidente di Europa Donna Italia, Rosanna D’Antona, ha evidenziato l’impegno delle cento donne presenti, in rappresentanza di altrettante associazioni sul territorio, che quotidianamente si mettono al servizio delle circa 650 mila pazienti che soffrono e combattono la terribile malattia. Presente, naturalmente, l’Associazione “Per Te Donna Onlus” presieduta da Grazia Di Blasi, che anche in questa importante occasione, non ha mancato di dare il suo contributo. Cifre allarmanti al centro della discussione con la Presidente della Camera Laura Boldrini, con la quale è stato affrontato il problema della mancata istituzione delle Brest Unit, in spregio all’intesa tra Governo e Regioni che risale a tre anni fa, secondo la quale avrebbero dovuto esserne avviate 240 all’interno degli Ospedali Italiani. Mai quindi come adesso, appare calzante lo slogan “IL TEMPO E’ SCADUTO”, per significare che le nove Regioni (Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte-Valle d’Aosta, Toscana, Umbria, Veneto) e la provincia autonoma di Bolzano, che hanno realizzato i centri, non sono assolutamente sufficienti a coprire il fabbisogno del territorio nazionale. Occorre quindi l’impegno forte delle istituzioni, affinchè tutte le Regioni si attivino celermente, dotando i territori di uno strumento preziosissimo per la salute delle donne. La Presidente di Europa Donna Rosanna D’Antoni , auspica inoltre la rinascita di Europa Donna Parlamento, attraverso l’impegno e la sinergia delle parlamentari europee, che devono coalizzarsi per contrastare una delle più diffuse cause di mortalità delle donne, ovvero il cancro al seno. L’intero incontro è stato, oltre che trasmesso sul sito della Camera dei Deputati, interamente ripreso dal canale FB di Europa Donna; una testimonianza importante che dovrebbe far riflettere politica ed istituzioni, su un tema delicato e complesso, su cui non è più possibile tergiversare.
Vai a pagina